Trattamenti per la conservazione dei denti compromessi da varie patologie.

Realizziamo tutti i tipi di trattamenti endodontici e di conservativa.

trattamenti endodontici

Cos'è Endodonzia:

Endodonzia si riferisce alla disciplina in odontoiatria che si occupa di mantenere la salute dei tessuti viventi all'interno di un dente (polpa) e prevenire l'infezione dei tessuti circostanti. Dove l'infezione è già presente, l'obiettivo è risolverlo e ridare al dente un aspetto e una buona funzione.

Lo specialista che se ne occupa:

Gli endodontisti sono i dentisti esperti di odontoiatria nel trattamento della malattia parodontale. In Romania essi ricevono tre anni aggiuntivi di formazione specialistica nei trattamenti endodontici.
I trattamenti con i canali radicolari possono essere tecnicamente impegnativi e possono quindi rivelarsi difficili da risolvere per i dentisti non specialisti

I trattamenti endodontici:

Le più frequenti terapie effettuate dai dentisti endodontici, mirate a salvare un dente da estrazione certa, sono:

Il trattamento canalare:

Il trattamento del canale radicolare è necessario solo quando i raggi X mostrano che la polpa è stata danneggiata da un'infezione batterica. La polpa inizierà a morire se è infettata da batteri, permettendo ai batteri di moltiplicarsi e diffondersi.
L'infezione è causata da batteri che vivono nella bocca e invadono il dente. Questo può accadere dopo: carie, otturazioni che perdono o danno ai denti a seguito di traumi. Se il tuo dente è infetto, la polpa non può guarire da sola. Lasciare il dente infetto in bocca potrebbe peggiorare la situazione. Ci possono anche essere meno possibilità che il trattamento canalare funzioni se l'infezione all'interno del dente si consolida. I farmaci per il trattamento delle infezioni batteriche non sono efficaci nel trattamento delle infezioni dei canali radicolari.

Il ritrattamento canalare:

Il ritrattamento canalare è necessario quando dalla radiografia è ben visibile la presenza di un’infezione (granuloma - si presenta come un’area scura localizzata all’apice del dente). Il granuloma compare quando la devitalizzazione primaria non ha avuto esito positivo.
La maggior parte delle volte la presenza di un granuloma è asintomatica, crea dolore solo quando si acutizza.
Il ritrattamento canalare, rispetto ad una devitalizzazione, comporta difficoltà in più per effettuare in trattamento.

La presenza di perni cementati nella radice del dente, potrebbe impedire al dentista di effettuare un ritrattamento.
In questo caso l’intervento di per eliminare il granuloma è l’apicectomia; un intervento chirurgico per eliminare la parte terminale della radice del dente.