Trattamenti per la conservazione dei denti compromessi da varie patologie.

Effettuiamo tutti i tipi di trattamenti per curare la malattia parodontale (gengivite, piorrea).

trattamenti parodontali

Cos'è la parodontite:

La parodontite è un'infiammazione delle gengive e delle strutture di supporto dei denti; è una malattia subdola e progressiva. Il primo stadio, chiamato gengivite, si verifica quando la placca batterica non viene completamente rimossa dai denti. Gengive rosse, gonfie e sanguinanti sono i segni rivelatori di questa infezione. Se non trattata, la gengivite può evolvere in una condizione più grave chiamata parodontite. In questa fase le tossine create dall’accumulo di placca batterica non interessano solo il tessuto gengivale, ma causa malattie alle ossa e ai tessuti che sostengono i denti; in questo stadio, i denti possono allentarsi e devono essere trattati chirurgicamente o rimossi.

Lo specialista che se ne occupa

I migliori parodontologi sono i dentisti esperti di odontoiatria nel trattamento della malattia parodontale. In Romania essi ricevono fino a tre anni aggiuntivi di formazione specialistica nel trattamento della malattia parodontale sia nei trattamenti non chirurgici che nelle procedure di chirurgia plastica parodontale.

I più frequenti trattamenti parodontali sono:

• trattamento della gengivite (gengive infiammate o sanguinanti)
• trattamento della malattia parodontale ( gengiva e i tessuti che sostengono i denti)
• trattamento delle malattie gengivali intorno agli impianti: periimplantite
• correzione della linea di contorno della gengiva non uniforme
• allungamento della corona
Sotto sono presentati alcuni dei trattamenti più frequenti:

Trattamento non chirurgico

Il primo passo nel trattamento della parodontite è un trattamento conservativo, non chirurgico. Questo trattamento consiste nel raschiare e rimuovere la placca e il tartaro dai denti e dalle superfici del dente sotto la gengiva, e poi levigando via qualsiasi rugosità sulle radici per impedire ai batteri di riunirsi nuovamente.
Dopo questo processo, le gengive si cureranno e si riattaccheranno alle superfici sane e pulite dei denti. Il trattamento parodontale non chirurgico ha i suoi limiti. Quando non raggiunge la salute parodontale, può essere indicato un intervento chirurgico per ripristinare la salute parodontale.

Procedura di riduzione della tasca parodontale

Dopo il trattamento non chirurgico, se il tessuto gengivale non si adatta perfettamente al dente e non si riesce a mantenere pulita la tasca profonda, si può essere candidati alla riduzione parodontale della tasca o alla chirurgia con lembo. Ripiegando il tessuto gengivale, il dentista parodontologo può rimuovere i batteri infettivi e le aree lisce di ossa danneggiate, consentendo al tessuto gengivale di riattaccarsi all'osso sano.

Procedura di innesti gengivali: 

Le radici esposte a causa della recessione delle gengive possono essere coperte con innesti di gengiva, in cui il tessuto gengivale viene prelevato dal palato o da un'altra fonte e utilizzato per coprire le radici di uno o più denti. Coprire le radici esposte aiuta a ridurre la sensibilità e protegge le radici dal decadimento, bloccando la recessione gengivale e la perdita ossea.
Le radici dentali scoperte sono il risultato della recessione gengivale. La chirurgia per innesto di gengiva riparerà il difetto e contribuirà a prevenire ulteriori recessioni e perdite ossee.

Procedure rigenerative

Il parodontologo può raccomandare una procedura rigenerativa quando l'osso che sostiene i denti è stato distrutto a causa della malattia parodontale.
L'innesto osseo è una procedura chirurgica che promuove la crescita dell'osso in un'area in cui l'osso è stato distrutto dalla malattia parodontale. Durante questo tipo di trattamento, il dentista parodontologo eliminerà i batteri e quindi posizionerà l'osso naturale o sintetico nell'area di perdita ossea, insieme alle proteine stimolanti per aiutare l’organismo a far ricrescere efficacemente ossa e tessuti.
Le procedure che rigenerano le ossa perse e il tessuto che sostiene i denti possono invertire alcuni dei danni causati dalla malattia parodontale.

Trattamento laser per le malattie gengivali

I laser possono essere usati per trattare la malattia parodontale con risultati simili a specifiche altre opzioni di trattamento, tra cui la procedura chirurgica di riduzione della tasca parodontale.

Procedura di allungamento della corona dentale

I denti potrebbero essere effettivamente delle lunghezze adeguate, ma sono ricoperti da un eccesso di tessuto gommoso ed i denti sembrano corti. Per correggere questo, il parodontologo esegue una procedura di allungamento della corona dentale. L'allungamento della corona regola il livello della gengiva e dell'osso per esporre più denti, in modo che possano essere ripristinati.
Trattamento della malattia parodontale (malattia che colpisce il tessuto gengivale e l'osso sottostante)
Trattamento delle malattie gengivali intorno agli impianti - Peri-implantite
Correzione della linea di gomma non uniforme (allungamento della corona)

Eseguiamo interventi di chirurgia orale (chirurgia dente-alveolare) e chirurgia ricostruttiva dell'osso.
Gli interventi di chirurgia comporta la soluzione di problemi complessi.

 

trattamenti chirurgici

Lo specialista che se ne occupa

Il dentista specializzato in chirurgia dente-alveolare. In Romania il chirurgo in questa specializzazione riceve tre anni aggiuntivi di formazione specialistica.
Il dentista specializzato in chirurgia maxillo facciale. In Romania il chirurgo in questa specializzazione ha due lauree, una in medicina e una in odontoiatria e riceve tre anni aggiuntivi di formazione specialistica.
In alcuni casi, a seconda del loro livello di formazione e di esperienza , molti odontoiatri competenti ad eseguire una vasta gamma di interventi chirurgia orale.

I più frequenti trattamenti di chirurgia applicati ai pazienti dall’estero:

Gli interventi si svolgono in regime ambulatoriale sotto anestesia locale sulla poltrona e non richiedono il ricovero in ospedale, sono:
• estrazioni complicate di denti
• estrazioni dei denti del giudizio – semplici e complesse
• trattamento chirurgico a fini protesici (aumenti ossei, rialzo del seno, modifiche delle ossa)
• apicectomia – la rimozione della punta della radice infetta dopo il trattamento canalare
• rimozione delle infezioni dentali (cisti, granulomi) 

 

Realizziamo tutti i tipi di trattamenti endodontici e di conservativa.

trattamenti endodontici

Cos'è Endodonzia:

Endodonzia si riferisce alla disciplina in odontoiatria che si occupa di mantenere la salute dei tessuti viventi all'interno di un dente (polpa) e prevenire l'infezione dei tessuti circostanti. Dove l'infezione è già presente, l'obiettivo è risolverlo e ridare al dente un aspetto e una buona funzione.

Lo specialista che se ne occupa:

Gli endodontisti sono i dentisti esperti di odontoiatria nel trattamento della malattia parodontale. In Romania essi ricevono tre anni aggiuntivi di formazione specialistica nei trattamenti endodontici.
I trattamenti con i canali radicolari possono essere tecnicamente impegnativi e possono quindi rivelarsi difficili da risolvere per i dentisti non specialisti

I trattamenti endodontici:

Le più frequenti terapie effettuate dai dentisti endodontici, mirate a salvare un dente da estrazione certa, sono:

Il trattamento canalare:

Il trattamento del canale radicolare è necessario solo quando i raggi X mostrano che la polpa è stata danneggiata da un'infezione batterica. La polpa inizierà a morire se è infettata da batteri, permettendo ai batteri di moltiplicarsi e diffondersi.
L'infezione è causata da batteri che vivono nella bocca e invadono il dente. Questo può accadere dopo: carie, otturazioni che perdono o danno ai denti a seguito di traumi. Se il tuo dente è infetto, la polpa non può guarire da sola. Lasciare il dente infetto in bocca potrebbe peggiorare la situazione. Ci possono anche essere meno possibilità che il trattamento canalare funzioni se l'infezione all'interno del dente si consolida. I farmaci per il trattamento delle infezioni batteriche non sono efficaci nel trattamento delle infezioni dei canali radicolari.

Il ritrattamento canalare:

Il ritrattamento canalare è necessario quando dalla radiografia è ben visibile la presenza di un’infezione (granuloma - si presenta come un’area scura localizzata all’apice del dente). Il granuloma compare quando la devitalizzazione primaria non ha avuto esito positivo.
La maggior parte delle volte la presenza di un granuloma è asintomatica, crea dolore solo quando si acutizza.
Il ritrattamento canalare, rispetto ad una devitalizzazione, comporta difficoltà in più per effettuare in trattamento.

La presenza di perni cementati nella radice del dente, potrebbe impedire al dentista di effettuare un ritrattamento.
In questo caso l’intervento di per eliminare il granuloma è l’apicectomia; un intervento chirurgico per eliminare la parte terminale della radice del dente.