Tutti i tipi di protesi su impianti dentali.

Realizziamo tutti i tipi di protesi fisse complete su impianti dentali: su 4 impianti (All-on-four), su 6 impianti (All-On-Six), su 8 impianti e su 10 impianti. Questa tipologia di protesi dentale viene utilizzata per sostituire i tutti i denti naturali perduti in modo definitivo.

protesi fisse arcata completa impianti

La protesi fissa completa di 12 denti per la riabilitazione di un’arcata dentale completamente edentula.

Si ricorre a questo tipo di soluzione in 2 casi:
- quando l’arcata è già edentula
- quando i denti ancora presenti sull’arcata sono gravemente e irrimediabilmente compromessi e quindi vanno estratti.

 

La Classificazione delle protesi dentarie fisse in funzione del numero degli impianti.

Il numero minimo di impianti necessari ad una protesi fissa è 4. Maggiore è il numero degli impianti che sostiene la protesi migliori sono anche le performance della protesi.

In funzione del numero degli impianti che sostengono la protesi si distinguono:

  • la protesi fissa su 4 impianti (all-on-four)
  • la protesi fissa su 6 impianti (all-on-six)
  • la protesi fissa su 8 impianti o anche 10 impianti

 

Protesi fisse su impianti con intervento di ricostruzione ossea.

Nel caso in cui nella zona priva di denti manca l’osso è possibile ricorrere ad un intervento di ricostruzione ossea, necessaria a fissare l’impianto o gli impianti.

 

Tipi di protesi fisse in funzione dei materiali.

Le protesi supportate da impianto possono essere realizzate con uno dei seguenti materiali: 

 

Protesi in metallo-resina acrilica (protesi ibrida).

Questo tipo di protesi mostra eccellenti risultati clinici a lungo termine e fino a poco tempo fa era il tipo principale di protesi implantare fissa fornita ai pazienti.
Viene realizzata una struttura metallica che si attacca agli impianti e che è stata progettata per incorporare elementi meccanici per aiutare a trattenere la resina acrilica e i denti artificiali.
L'attuale tecnologia utilizza anche CAD/CAM per fabbricare gli elementi di precisione.
La protesi finale di solito è avvitata ed è relativamente facile da recuperare se i denti della protesi o la resina acrilica devono essere riparati.

Protesi in metallo-ceramica.

Queste protesi simulano un tipico ponte ceramo-metallico realizzato per denti naturali nel senso che viene fabbricata una sottostruttura per fornire sia l'attacco agli impianti sottostanti che uno spessore di porcellana ideale per una durata a lungo termine.
Una protesi metallo-ceramica mostra un'estetica molto buona, poiché la ceramica è più simile al dente naturale della resina acrilica. Uno svantaggio di una protesi metallo-ceramica è che possono verificarsi scheggiature o fratture in ceramica e possono essere difficili da riparare.

Protesi interamente in ceramica e zirconio.

Questo tipo di protesi è concettualmente simile alla protesi metallo-ceramica, tranne che la sottostruttura è in zirconia anziché in metallo. La ceramica per rivestimento estetico viene quindi applicata alla zirconia. I pazienti che richiedono una protesi priva di metallo e/o richiedono un eccellente risultato estetico possono essere meglio gestiti con una protesi interamente in ceramica. Anche qui la scheggiatura o la frattura della ceramica può essere difficile da riparare.

Protesi implantari fisse avvitate o con cementazione.

Entrambi i tipi di ritenzione della protesi possono fornire risultati eccellenti a lungo termine.
Per le protesi a arcata completa in alcuni casi consigliamo le protesi avvitate in quanto qualsiasi procedura di manutenzione o successivo trattamento può essere eseguita in modo più efficiente rimuovendo la protesi; ad esempio nel caso di problemi tecnici come la frattura del materiale di rivestimento o di viti per abutment o il trattamento di mucosite e perimplantite.
In altri casi preferiamo la cementazione poiché questo approccio preclude la visibilità delle aperture di accesso nelle superfici occlusali o facciali dei denti artificiali.